Approvato il progetto “Girgenti”

AGRIGENTO – L’amministrazione comunale di Lillo Firetto conferma la volontà di aderire e partecipare al bando per il Programma di riqualificazione “Girgenti”. La giunta ha reiterato l’intenzione nel corso dell’ultima seduta alla presenza del sindaco Firetto e di tutti gli assessori tranne il vice sindaco Elisa Virone e Giovanni Amico. Il progetto “Girgenti” è composto da vari interventi, azioni e iniziative. Tra questi il progetto di livello definitivo relativo ai lavori di “Riqualificazione di via Duomo e delle traverse, vicoli e cortili compresi tra la via De Castro e la via Sant’Alfonso” di importo complessivo pari a 4.500.000 euro approvato in linea amministrativa; il progetto di livello definitivo relativo ai lavori di “Riqualificazione delle vie, dei cortili e delle scale della zona di via Saponara, via Santa Maria dei Greci, Salita San Antonio, via Serroy, via Gubernatis e via Santa Sofia” di importo complessivo pari a 3.500.000 di euro; i “lavori per la realizzazione dei servizi complementari al Terminai bus di Piazzale Rosselli” di importo complessivo pari a 250.000 mila euro; gli interventi di miglioramento del Decoro Urbano e di Riqualificazione dei Percorsi e degli Itinerari Turistici tra la Piazzetta Antistante il Palazzo Tommasi e la Via Atenea” di importo complessivo pari a 1.898.784,67 euro. Ed ancora il progetto riguardante la realizzazione di 4 stazioni ciclo-interattive di bike-sharing ciascuna dotata di 20 bici elettriche la cui previsione di spesa ammontante a complessive 232.175 euro, i cui impegni finanziari saranno interamente richiesti dal Comune di Agrigento alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, nell’ ambito del bando sul “Fondo per l’attuazione del Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie”. Inoltre si attuerà il progetto di fattibilità tecnica- economica relativo ai “lavori di restauro e rifunzionalizzazione dell ‘ex ospedale di via Atenea di importo complessivo pari a 6.100.000 euro che è stato approvato in linea amministrativa dal Rettore della Università degli Studi di Palermo. L’ateneo si impegna a cofinanziare l’opera con risorse proprie per un importo pari a 2.600.000 euro mentre il Comune di Agrigento si impegna a finanziare il restante importo di 3.500.000 di euro che sarà richiesto alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, nell’ambito del bando sul “Fondo per l’attuazione del Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie”. Nel piano “Girgenti” inoltre ci saranno iniziative proposte da soggetti privati: tra questi l’accordo con Margherita Sferrazza, in qualità di rappresentante legale dell’associazione sociale “Paideia officina delle idee” che ha presentato la proposta progettuale consistente nell’attivazione di un Centro Polivalente di Aggregazione per Bambini, Adolescenti. Famiglie, Disabili ed Anziani. Progetto che impegna l’associazione, quale soggetto proponente, a finanziare l’iniziativa con risorse proprie per 142.000 euro annue e il Comune di Agrigento a mettere a disposizione della associazione, ovvero del soggetto attuatore un idoneo locale per lo svolgimento delle necessarie attività. Ed ancora l’iniziativa di Francesco Spataro in qualità di rappresentante legale della Associazione Culturale e Turistica denominata “Terre di Girgenti” che ha presentato la proposta progettuale consistente nella “Attivazione di Servizi Culturali” che impegna l’Associazione, quale soggetto proponente, a finanziare l’iniziativa con risorse proprie per 264.984 euro annue e il Comune di Agrigento a mettere a disposizione della associazione un idoneo locale per lo svolgimento delle necessarie. Tra le iniziative private anche quella del Cesvop e della società “Arancia – Ict” che ha presentato la proposta progettuale “Agrigento, itinerari in rete: verso la Smart City” che si propone di sviluppare una piattaforma tecnologica di filiera per il marketing territoriale che sia in grado di colmare l’attuale mancanza di applicazioni informatiche atte alla gestione di un Sistema di Qualità delle “Risorse Territoriali” intese quali beni che contribuiscono allo sviluppo del territorio come in particolare i beni culturali, ambientali e turistici, i prodotti dell’artigianato locale, i prodotti ed i servizi dell’agro-alimentari, i servizi turistici, i servizi sociali.

Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

I NOSTRI GIORNALI:


 

CRONACA          POLITICA          SPORT         CULTURA          SPETTACOLO          RUBRICHE           EDITORIALI           PUBBLICITA'         CONTATTI


Testata iscritta al n° 209 del Registro Stampa del Tribunale di Agrigento in data 18/01/2010  Sicilia Edizioni P.IVA 02455940847
Tutti i contenuti di agrigentocronaca.net  sono di proprietà della Sicilia Edizioni. È vietata la riproduzione anche parziale.

http://www.wikio.it