acqua_GIRGENTI_ACQUE (2)

acqua_GIRGENTI_ACQUE (2)

I Commenti sono chiusi

Agrigento
I candidati a sindaco: “Picciò e ora chi facemu finu a maggiu”

vignetta satita agrigentinaAGRIGENTO, ore 11:23 – Partiti politici “a lavoro” per organizzare le primarie. La frenesia e la fretta che si era ingenerata nelle organizzazioni politiche, per l’annuncio del presidente della Regione, Rosario Crocetta di far votare entro la fine dell’anno in corso, decisione poi abbandonata e data delle amministrative slittata al 2015, ormai è acqua passata e quindi i partiti potranno tenere fede a quanto annunciato durante la fase calda di una campagna elettorale che era partita ma si è subito fermata. Un tema che ha dato spunto alla satira agrigentina, presente con una pagina su facebook, per postare una simpatica vignetta che ritrae i tre candidati ufficiali: Giuseppe Di Rosa, Andrea Cirino ed Enzo Campo, seduti su una panchina e Campo che dice agli altri due: “Picciò ora chi facemu finu a maggiu”, ragazzi e ora che facciamo fino a maggio”. Come a dire, siamo stati troppo frettolosi forse? Respirano invece i partiti che probabilmente non erano pronti con i propri candidati. Per le primarie si è espresso favorevolmente il Partito democratico (con il suo segretario provinciale Peppe Zambito che le vuole allargare anche alle altre forze della coalizione che ha votato compatta alle europee (cioè Articolo 4 e Partito dei riformisti) ed anche ai partiti di sinistra. Favorevole alle primarie di coalizione (dall’altra parte della barricata), per il centrodestra, il vice segretario regionale di Forza Italia, il deputato nazionale Riccardo Gallo. “Dobbiamo fare in modo – dice – che sia la gente, che siano gli elettori a scegliere chi li dovrà rappresentare in municipio”. Anche i grillini sono d’accordo sulle elezioni preliminari che faranno, non solo in rete, ma anche con gazebo sulle piazze. Insomma, la scelta del candidato, che parte dal basso. Intanto, ad Agrigento, si costituisce il gruppo politico “Ama la tua città”. Il segretario politico cittadino, Michele Nantele, ha annunciato che il movimento “Ama la tua città” sarà impegnata per il rinnovo dell’amministrazione. Il movimento darà vita all’impegno atto a raggiungere l’obiettivo di partecipare alle prossime elezioni con la propria lista di candidati e programma. “Poiché incalza sempre più il tempo delle elezioni, ad Agrigento daremo inizio ai lavori sin da subito. E’ previsto per la fine del mese un appuntamento ufficiale che aprirà la campagna politica del movimento “Ama la tua città” – che quasi certamente dopo il successo avuto nell’occasione dell’inaugurazione, potrebbe ripetersi presso Hotel Dioscuri di San Leone – si legge in una nota. Agli operatori politici – aggiunge Nantele – l’invito ad un sana apertura al movimento “Ama la tua città” rendendomi disponibile assieme al segretario e fondatore, Rosario Bellanti, che ringrazio per la fiducia accordata”.

Be Sociable, Share!
Elezioni amministrative in primavera: favorevoli e contrari

elezioni-scrutatoreAgrigento, ore 21:48 – Non tutti hanno accolto bene la decisione del presidente della Regione, Rosario Crocetta di rinviare le elezioni alla primavera del 2015. Qualche partito si è “rilassato” mentre chi aveva annunciato la propria candidatura in anticipo, ha un diavolo per capello. Giuseppe Di Rosa infatti non ci sta: “Se volevano spiazzare uno come me – dice – stanno sbagliando tutto. Un vero politico lavora sempre per il bene comune e di conseguenza non ha necessità che si avvii la campagna elettorale, un vero politico è sempre in campagna elettorale”. Per Di Rosa: “Lo slittamento delle elezioni in primavera, così come voluto dalla Regione avrà l’unico risultato di consentire a certa politica di avviare una lunga campagna per la ricerca del consenso attraverso la promessa. Un gioco sporco condotto sulle necessità dei cittadini cercando   di isolare tutti coloro che sono nemici  del loro modo di fare politica. Il rinvio in primavera darà loro più tempo per attivare la macchina del clientelismo, lo stesso clientelismo che ci ha ridotti nello stato in cui siamo”. Condivide la scelta del presidente Crocetta, il deputato regionale e portavoce del Pdr, Michele Cimino. “La Sicilia – spiega Cimino – ha bisogno di stabilità e di scelte coraggiose. Auguro buon proseguimento nell’impegno ai commissari dei Comuni di Agrigento, Licata e Raffadali: Luciana Giammanco, Dario Cartabellotta e Antonio Parrinello”. Contrario il consigliere comunale di Forza Italia, Simone Gramaglia: “Coloro che plaudono al rinvio, ritenendolo un atto di responsabilità, soprattutto finanziaria, in verità non sono ancora pronti ad affrontare l’appuntamento elettorale, che è comunque aperto in autunno, perché, ad esempio, nei Comuni sciolti per mafia si voterà a novembre e quindi, a ragion veduta, si sarebbe potuto aggiungere anche Agrigento”. Gramaglia aggiunge : “ad Agrigento è quanto mai urgente e non rinviabile dotare la città di un sindaco, un’amministrazione e un consiglio comunale capaci, con slancio e determinazione, a lavorare per risolvere le tante emergenze, altrettanto non rinviabili, che attanagliano i cittadini. Rinviare il tutto all’autunno del 2015, dopo le elezioni di maggio, e gli assestamenti estivi, è da irresponsabili, e significa solo buttare ancora tanta polvere sotto i tappeti anziché intervenire e pulire da subito”. Ed a proposito di alleanze non si placa la polemica tra Forza Italia ed Mpa. I consiglieri comunali azzurri: Puleri, Spinnato, Gramaglia, Civiltà, Gibilaro, Mallia, Saeva, Urso, Galante e Vita, intervengono nel merito di quanto dichiarato alla stampa dal capogruppo del Movimento per le Autonomie al Consiglio comunale di Agrigento, Alfonso Vassallo, in replica al portavoce ufficiale di Forza Italia – Patto per il Territorio, Piero Macedonio. “Siamo esterrefatti per l’insolenza e per le argomentazioni pretestuose di Vassallo in rappresentanza dell’ Mpa. Le dichiarazioni di Forza Italia e Patto per il Territorio, rese da Piero Macedonio, sono chiare e inequivocabili : poiché l’onorevole Di Mauro, in risposta all’ invito ai partiti di misurarsi sui programmi e poi scegliere il sindaco tra la società civile, ha affermato di essere completamente in disaccordo, il nostro portavoce Macedonio ha concluso che tra noi non esistono punti di incontro, e che i nostri programmi sono lontani mille miglia da quelli del Mpa”.

Be Sociable, Share!
Amministrative: Progetto Agrigento annuncia: Noi ci saremo

Progetto Agrigento-2Agrigento, ore 16:44 – La prossima ed imminente scadenza elettorale sarà un’ occasione unica e probabilmente irripetibile per gli Agrigentini, in quanto non sarà più concesso sbagliare. La situazione della città ,è inutile ripeterlo, è drammatica e scegliere il “progetto” giusto sarà indispensabile per cominciare a creare le condizioni per una reale crescita della territorio. Si dovrà, a nostro avviso, iniziare dal riuscire a garantire “l’ordinario” che negli ultimi anni è sempre mancato ad Agrigento. Ci riferiamo dunque all’attivazione delle semplici e normali procedure che portino ad una continua e puntuale manutenzione e pulizia di strade, parchi, ville e strutture sportive, concentrando anche l’attenzione sul decoro urbano e sul potenziamento della segnaletica, con una accurata indicazione di ogni monumento nelle vie del centro storico, facilitando in tal modo la vita ai tanti turisti che spesso a causa di questa mancanza non riescono ad ammirare le nostre bellezze o addirittura neppure vengono a conoscenza dell’esistenza delle stesse. In concomitanza a quanto detto, sarà fondamentale cominciare una seria attività di programmazione nel medio-lungo periodo con l’implementazione di progetti più robusti i quali possano essere in grado di dare uno slancio ed una caratura diversa a questa bellissima ma martoriata città. Sarà indispensabile a tal fine, servirsi delle grandi opportunità che forniscono i finanziamenti dell’UE creando un ufficio o un assessorato ad hoc, che dovrà valutare ed essere capace di far finanziare opere e progetti utili alla crescita economica, infrastrutturale ed architettonica della città, nonché favorire la creazione di nuove imprese promosse da giovani con idee innovative per il territorio, attraverso formazione, intermediazione ed aiuti economici concreti. Noi di Progetto Agrigento saremo della partita ed invitiamo tutte le coscienze civiche della città ad esserlo insieme a noi ed a mettere in campo quante più idee possibili per il rilancio della città e per disegnare tutti insieme il nuovo “corso” di Agrigento. Solo seguendo questa via riusciremo a sbaragliare l’immobilismo arrogante della becera ed insignificante politica dei partiti che ha portato Agrigento ad essere l’ultima città d’Italia.

I portavoce di Progetto Agrigento

Marcello Fattori
Calogero Di Piazza

Be Sociable, Share!
L’avvocato Garascia lascia Cimino e torna in Forza Italia con Gallo

barbara garascia vestito neroAgrigento, ore 14:45 – Ancora adesioni nell’ agrigentino al gruppo di Forza Italia del deputato e vice coordinatore regionale, Riccardo Gallo. Dopo tanti amministratori locali tra il capoluogo e la provincia, ha aderito al progetto politico l’avvocato agrigentina, Barbara Garascia. In proposito, esprime apprezzamento Riccardo Gallo, che afferma : “si tratta di una personalità dinamica, impegnata nel sociale, che ha sempre portato avanti valide iniziative con entusiasmo, impegno e professionalità.  Ritengo che possa egregiamente rappresentare quell’esigenza di trasparenza e correttezza di cui la politica oggi ha bisogno e che la gente a gran voce richiede, diventando un valore aggiunto per il partito all’interno del quale avrà il compito di amalgamare, stimolare e potenziare professionalità e competenze in campi diversi, contribuendo alla diffusione dei circoli che del partito vogliono essere l’espressione più diretta”.

Be Sociable, Share!
Enzo “scende” in Campo. Lite tra Forza Italia ed Mpa

enzo campo3Agrigento, ore 11:24 – “Spunta” il terzo candidato ufficiale. Dopo Giuseppe Di Rosa e Andrea Cirino, anche Enzo Campo ha detto si. “Credo sia giunto il momento che io cominci a dare delle risposte – spiega in una intervista l’avvocato Campo. Infatti, un gruppo qualificato di persone, di intellettuali, di professionisti, di persone assolutamente per bene, mi ha chiesto di candidarmi a sindaco. Da diverse parti, da persone che non immaginavo neanche che potessero seguire discussioni sui social network, da conoscenti, da amici, da gente comune, direttamente e indirettamente, mi sono venuti incoraggiamenti e attestazioni di stima, che mi hanno dato grande soddisfazione, e perché no?, mi hanno fatto anche inorgoglire. Sono venute anche critiche e si sono manifestati dissensi. L’on. Di Mauro, persona che io stimo per la sua lealtà, ha espresso il convincimento che il sindaco della Città – conclude Campo – non può essere una persona espressa dalla cosiddetta società civile perché deve avere competenze e professionalità che a un dilettante necessariamente mancano”. Già di Mauro ed il suo Mpa che presto diventerà Lega delle autonomie. Ieri contro l’Mpa si è scagliato il presidente provinciale del Patto per il Territorio e portavoce ufficiale di Forza Italia, Piero Macedonio. “Ormai da mesi, l’onorevole Riccardo Gallo, vice segretario regionale, e io, abbiamo ripetuto che vorremmo unirci con tutte le forze del centrodestra – dice in una nota – anche in un governo di larghe intese, comprendendo tutto l’arco istituzionale, per confrontarci innanzitutto sul programma amministrativo, con tanto di soluzioni, e non sui nomi dei candidati sindaco, che matureranno invece dopo l’accordo sul programma e attraverso le primarie, quindi la forma più democratica possibile. Riteniamo che il nostro progetto e metodo di azione sia mille miglia lontano dal come intende invece procedere il Movimento per le Autonomie, e quindi non credo che potremo sederci allo stesso tavolo con l’ Mpa. Apprezziamo invece la volontà dichiarata dal Partito democratico di volersi confrontare sul programma e poi scegliere il candidato sindaco tramite le primarie. Dunque, un’altra grossa componente della città la pensa come noi. E non penso che non possa essere d’accordo il Nuovo centrodestra, perché il leader Angelino Alfano, è l’ antesignano delle primarie”. La replica per l’Mpa è affidata al consigliere e capogruppo Alfonso Vassallo. “E’ l’Mpa che, per coerenza, linearità e scelta di campo, non si siederà attorno ad un tavolo con il Patto il Territorio, responsabile di avere sostenuto e appoggiato il progetto fallimentare del sindaco Zambuto”. “Se oggi la città di Agrigento si trova in piena emergenza – osserva Vassallo – il Patto per il Territorio ha sue precise responsabilità. E forse non è un caso che Macedonio e Gallo sembrano orientati a riaprire il dialogo con Marco Zambuto. I risultati prodotti in questi anni di disamministrazione sono, purtroppo, sotto gli occhi di tutti. La città, sedotta e poi abbandonata, saprà reagire con maturità e intelligenza al momento giusto. Noi siamo aperti al dialogo, abbiamo già avviato una seria interlocuzione con quelle forze che hanno davvero a cuore le sorti della nostra comunità, senza preclusioni, senza pregiudizi, senza strumentalizzazioni. Con l’unico e solo obiettivo di salvare Agrigento dal default, dal degrado, dalla mediocrità in cui è stata relegata e condannata da quanti, in questi ultimi anni, hanno avuto la responsabilità di guidarla. Il Patto per il Territorio grida e urla, ma nessuno sembra dargli credito fra i partiti e gli schieramenti. Una ragione ci sarà? E anche le recenti elezioni Europee hanno consegnato una chiave di lettura – aggiunge il capogruppo Mpa – è stato segnato uno spartiacque fra l’Mpa e il Patto per il Territorio e soggetti collegati. Noi abbiamo deciso di votare Innocenzo Leontini, loro hanno votato Gianfranco Miccichè: una distinzione netta e chiara, anche se non sono mancante le pressioni per farci cambiare idea. Noi andiamo avanti per la nostra strada, senza arroganza e senza supponenza, consapevoli che non siamo i depositari del sapere politico e amministrativo. Convinti però che l’interesse supremo è la città Agrigento. Non è tempo di pensare alle carriere, alle ambizioni personali” – conclude Alfonso Vassallo.

Be Sociable, Share!
Se il contenuto di questa PAGINA è di tuo gradimento allora clicca qui

_____

I NOSTRI GIORNALI:
  • Ribera, A miss Italia Clarissa Marchese consegnate le chiavi della città

    miss italia clarissa marchese a riberaRIBERA, ore 21:25 – Tutta Ribera in festa  per rendere omaggio a Clarissa Marchese, la neo Miss Italia, che è stata accolta al palazzo municipale e che è stata festeggiata in piazza Giovanni XXIII dai riberesi e dai cittadini dei centri vicini che hanno voluto rendere omaggio alla più bella ragazza d’Italia. La Miss affascinante più che mai,   è stata accolta al palazzo di città, nella sala consiliare, dal sindaco Carmelo Pace, da assessori, consiglieri comunali, rappresentanti di istituzioni varie e tutti i sindaci del comprensorio. Il primo cittadino ha consegnato nelle mani di Clarissa le chiavi della città. La Libera Università Rurale dei Saperi & Sapori mentre ha consegnato la pergamena di riconoscimento “Ambasciatrice dell’Identità Territoriale” del GeniusLoci De.Co. un filo conduttore con Miss Italia 2012 Giusy Buscemi che lo scorso anno ha ricevuto l’ambito riconoscimento. La Miss, particolarmente emozionata e commossa, ha tagliato la grande torta che, con i colori nazionali, raffigurante la Marchese e la Buscemi. In piazza, a fianco del municipio, accanto al palco, è stata allestita una grande torre, quella del castello di Poggiodiana, la quale è stata ricoperta da una fascia tricolore, quella di Miss Italia. Poi una festa cittadina, con immagini della serata di Jesolo, con la vittoria di Clarissa, fotografie e testimonianze varie delle amiche, musiche di gruppi di giovani locali per celebrare l’evento. I ringraziamenti sentiti di Clarissa Marchese a quanti l’hanno votata e a quelli che in queste settimane le sono stati vicini. Non potevano mancare i tradizionali fuochi d’artificio che hanno illuminato a giorno la città.

    Be Sociable, Share!
  • LA SICILIA DI ACCURSIO SOLDANO VINCE AL PARMA INTERNATIONAL MUSIC FILM FESTIVAL

    Accursio Soldano premiato da Michele GuerraSCIACCA, ore 21:08 – Il regista saccense Accursio Soldano vince il Premio Speciale della Giuria per l’eccellenza culturale al PARMA INTERNATIONAL MUSIC FILM FESTIVAL con il documentario DON TURI E GANO DI MAGONZA, un omaggio al grande attore siciliano Ciccio Ingrassia, che compare nel film in una della ultime interviste rilasciate prima dell’abbandono delle scene, e all’ Opera dei Pupi di Mimmo Cuticchio, iscritta oggi tra i Patrimoni orali e immateriali dell’ Umanità dell’ Unesco. Sabato 20 settembre si è conclusa con la cerimonia di premiazione del la seconda edizione del PARMA INTERNATIONAL MUSIC FILM FESTIVAL, l’unico festival cinematografico europeo, e uno dei pochissimi a livello mondiale, dedicato alla colonna sonora. Con una grande affluenza di pubblico,  l’evento ha avuto un’ eccellente eco grazie all’attenta selezione dei film in concorso che ha coinvolto e divertito gli spettatori. Il film di Soldano ha destato notevole interesse anche in campo accademico, grazie agli studi di alcuni docenti dell’ Ateneo parmigiano. La premiazione si è svolta presso il Salone San Paolo del Circolo della Lettura a Parma, con la partecipazione dei candidati ai premi, tra i quali c’era anche Francesco Guccini, e delle autorità della città, nelle persone del sindaco di Parma, Federico Pizzarrotti e  dell’ assessore alla cultura Laura Ferraris. Era presente anche la giuria, formata dal docente di storia del cinema dell’Università di Parma Michele Guerra, che ha personalmente consegnato il premio a Soldano, dal critico della Gazzetta di Parma Filiberto Molossi e dal Vice Presidente della Federazione Italiana Cinema D’Essai Sino Caracappa. La cerimonia è stata condotta da Eddy Lovaglio di Parma Operart, l’ ideatrice ed organizzatrice del festival assieme al Presidente della Giuria, il compositore e docente di musica per il cinema del Conservatorio A. Boito di Parma Riccardo Joshua Moretti, Il premio più importante inerente alla tematica del festival, la Violetta d’Oro per la miglior colonna sonora, è andato al compositore Aleksandar Ilic per il film serbo ICE della regista Jelena Bajic-Jocic, un’opera che ha convinto la giuria grazie alle note indimenticabili che accompagnano le drammatiche e malinconiche immagini del film ambientato nella Serbia degli anni ’70. La Violetta d’Argento per il miglior film-documentario musicale ha premiato FRANCESCO GUCCINI – LA MIA THULE di Francesco Conversano e Nene Grignaffini, il lungometraggio che racconta la genesi dell’ultimo lavoro musicale del grande cantautore, registrato  con i musicisti di sempre nel Mulino di Chicòn a Pàvana, sull’ Appennino Tosco-Emiliano, un luogo frequentato da Guccini nell’infanzia, che rappresenta un viaggio nella memoria. La Menzione d’Onore per la Miglior Sceneggiatura è andata al film L’ASSALTO di Ricky Tognazzi, scritto da Ricky Tognazzi, Monica Zappelli, Claudio Fava e Francesco Ranieri Martinotti. Il film ripercorre in modo realistico e veritiero le vicende di un  imprenditore edile del nord, che, tormentato dai debiti a causa della persistente crisi economica, si trova ad accettare un aiuto, apparentemente amichevole, da parte di un boss della ‘ndrangheta, che, poco alla volta prenderà potere su di lui, la sua famiglia e la sua azienda. La Menzione d’Onore per il Miglior Cortometraggio è stata data al film austriaco IN DER STILLE DER NACHT di Erich Steiner, la struggente e drammatica immagine dell’amore e della disperazione di due genitori per i loro tre bambini durante la Seconda Guerra Mondiale.

    Be Sociable, Share!
  • Campobello, A Paolo Magrì il primo premio del concorso “Iadeluca”

    paolo magrìCampobello di Licata, ore 20:26 – Primo premio al concorso internazionale di “Arte e letteratura Iadeluca” per lo scrittore campobellese Paolo Antonio Magrì. Il giovane autore si è aggiudicato il premio principale della sezione “Alberto Manzi” per i racconti brevi. La premiazione del concorso si è svolta a Pereto in provincia dell’Aquila. Questa la motivazione che ha convinto i giurati a riconoscere l’alto livello artistico e stilistico del racconto di Magrì: “Il breve racconto è un suggestivo gioco di memoria a rovescio: pur essendo proiettato nel futuro in realtà è un caleidoscopio di sensazioni, colori, profumi tutti già provati, un godimento di tutti i sensi. La descrizione appare discontinua, ma ritorna insistente e incisiva sul tema: “L’estate che verrà”. Il quadro, così ben dipinto, sembra finito, quando fulminea ed inaspettata la stoccata finale ti lascia meravigliato ed estasiato. Ottima la tessitura narrativa e l’abilità descrittiva”.

    Be Sociable, Share!
  • Realmonte, Domenica in scena Sicilia d’amuri e di duluri

    sicilia amuru e duluriRealmonte, ore 22:08 – Dopo la tournee nazionale ed internazionale, il gruppo musicale “Diapason” di Realmonte, guidato da Lea Vella che ha proposto serate di musiche e canti della tradizione siciliana in molte località ha avviato una collaborazione con l’associazione teatrale “Arcobaleno” di Favara. Insieme, le due associazioni, proporranno la commedia ”Sicilia terra d’Amuri, di duluri e…” di Antonello Morreale e con la collaborazione di Nenè Sciortino e Franco Di Salvo che andrà in scena domenica 21 settembre alle 20,30 al teatro Costabianca di Realmonte. Assistente alla regia: Silvana Parello; direttore del palcoscenico: Giada Castronovo; audio e luci: Totò Cuccchiara.

    Be Sociable, Share!
  • Licata, Cittadinanzattiva: “Noi ci siamo occupati per primi della violenza sulle donne”

    mariagrazia cimino tdmLicata, ore 8:00 – La responsabile di Cittadinanzattiva Tdm di Licata, Maria Grazia Cimino, interviene con una nota in merito al prossimo incontro del Commissario Cartabellotta con il gruppo “ in rosa” denominato osservatorio permanente antiviolenza per ribadire che la sua associazione è stata la prima ad occuparsi di questo fenomeno sociale in città. “Giova precisare che la “la risposta concreta su tale gravoso argomento” – spiega la Cimino – viene già data, nella nostra città,in maniera concreta ed efficace fin dal 2012. In quell’anno infatti ha preso il via il progetto antiviolenza denominato ATTIVAmenteDONNA elaborato da Cittadinanzattiva Licata per la prevenzione,la cura e l’assistenza alle donne vittime di violenza, articolato su livelli diversificati: sportello ascolto, attività di informazione e sensibilizzazione, lavoro in rete con le forze dell’ordine, servizi sanitari e socio-assistenziali, del quale fu data ampia diffusione grazie anche ad un Convegno di presentazione. Tale progetto si è arricchito successivamente di uno spazio dedicato all’ascolto degli uomini coinvolti in episodi di violenza domestica e ,da quest’anno, nelle scuole , di un corso di Educazione Sentimentale, il primo, per quanto ci è dato sapere. Grazie all’infaticabile, volontaria e gratuita attività dei nostri operatori specializzati quali Giovanna Di Falco e Salvatore Cammarata, donne, uomini e famiglie hanno trovato un concreto e adeguato sostegno. Ovviamente Cittadinanzattiva Licata resta aperta alla più ampia collaborazione con quanti, dotati di competenza e spirito di dedizione intendano ,su questo delicatissimo tema, spendere le proprie
    energie e capacità”.

    Be Sociable, Share!
  • Licata, Pif in città per documentarsi sullo sbarco alleato

    pif a licataLicata, ore 8:45 -Il regista Pif fa capolino a Licata. Lo annuncia sulla sua pagina facebook, Elio Arnone (nella foto con Pif). “Con il Preside Carmelo Incorvaia – dice Arnone – dovevamo incontrare un non meglio specificato regista. La mia meraviglia quando mi sono accorto che si trattava del celeberrimo e simpaticissimo Pif.  Arrivato a Licata con il suo amico Michele per raccogliere notizie e documentarsi sullo sbarco americano del 1943 nella nostra città. Naturalmente abbiamo fatto assaggiare ai nostri ospiti le granite dell’American Bar, molto apprezzate. Nel corso di una lunga chiacchierata, il Preside Incorvaia, ha risposto da storico qual è ad una serie di domande e curiosità relative allo sbarco. Alla fine tutti insieme ci siamo recati in due dei luoghi dello sbarco: Mollarella e Torre di Gaffe. Dopo gli ospiti sono ritornati a Palermo.

    pif a licata1Curiosità. Chiara, dell’American Bar ha voluto per forza offrirci le granite, in quanto fan di Pif…ed ha voluto farsi fotografare insieme a lui come i tantissimi giovani presenti. Una bella mattinata davvero”.

    Be Sociable, Share!
  • Ribera, A miss Italia Clarissa Marchese consegnate le chiavi della città

    miss italia clarissa marchese a riberaRIBERA, ore 21:25 – Tutta Ribera in festa  per rendere omaggio a Clarissa Marchese, la neo Miss Italia, che è stata accolta al palazzo municipale e che è stata festeggiata in piazza Giovanni XXIII dai riberesi e dai cittadini dei centri vicini che hanno voluto rendere omaggio alla più bella ragazza d’Italia. La Miss affascinante più che mai,   è stata accolta al palazzo di città, nella sala consiliare, dal sindaco Carmelo Pace, da assessori, consiglieri comunali, rappresentanti di istituzioni varie e tutti i sindaci del comprensorio. Il primo cittadino ha consegnato nelle mani di Clarissa le chiavi della città. La Libera Università Rurale dei Saperi & Sapori mentre ha consegnato la pergamena di riconoscimento “Ambasciatrice dell’Identità Territoriale” del GeniusLoci De.Co. un filo conduttore con Miss Italia 2012 Giusy Buscemi che lo scorso anno ha ricevuto l’ambito riconoscimento. La Miss, particolarmente emozionata e commossa, ha tagliato la grande torta che, con i colori nazionali, raffigurante la Marchese e la Buscemi. In piazza, a fianco del municipio, accanto al palco, è stata allestita una grande torre, quella del castello di Poggiodiana, la quale è stata ricoperta da una fascia tricolore, quella di Miss Italia. Poi una festa cittadina, con immagini della serata di Jesolo, con la vittoria di Clarissa, fotografie e testimonianze varie delle amiche, musiche di gruppi di giovani locali per celebrare l’evento. I ringraziamenti sentiti di Clarissa Marchese a quanti l’hanno votata e a quelli che in queste settimane le sono stati vicini. Non potevano mancare i tradizionali fuochi d’artificio che hanno illuminato a giorno la città.

    Be Sociable, Share!
  • I candidati a sindaco: “Picciò e ora chi facemu finu a maggiu”

    vignetta satita agrigentinaAGRIGENTO, ore 11:23 – Partiti politici “a lavoro” per organizzare le primarie. La frenesia e la fretta che si era ingenerata nelle organizzazioni politiche, per l’annuncio del presidente della Regione, Rosario Crocetta di far votare entro la fine dell’anno in corso, decisione poi abbandonata e data delle amministrative slittata al 2015, ormai è acqua passata e quindi i partiti potranno tenere fede a quanto annunciato durante la fase calda di una campagna elettorale che era partita ma si è subito fermata. Un tema che ha dato spunto alla satira agrigentina, presente con una pagina su facebook, per postare una simpatica vignetta che ritrae i tre candidati ufficiali: Giuseppe Di Rosa, Andrea Cirino ed Enzo Campo, seduti su una panchina e Campo che dice agli altri due: “Picciò ora chi facemu finu a maggiu”, ragazzi e ora che facciamo fino a maggio”. Come a dire, siamo stati troppo frettolosi forse? Respirano invece i partiti che probabilmente non erano pronti con i propri candidati. Per le primarie si è espresso favorevolmente il Partito democratico (con il suo segretario provinciale Peppe Zambito che le vuole allargare anche alle altre forze della coalizione che ha votato compatta alle europee (cioè Articolo 4 e Partito dei riformisti) ed anche ai partiti di sinistra. Favorevole alle primarie di coalizione (dall’altra parte della barricata), per il centrodestra, il vice segretario regionale di Forza Italia, il deputato nazionale Riccardo Gallo. “Dobbiamo fare in modo – dice – che sia la gente, che siano gli elettori a scegliere chi li dovrà rappresentare in municipio”. Anche i grillini sono d’accordo sulle elezioni preliminari che faranno, non solo in rete, ma anche con gazebo sulle piazze. Insomma, la scelta del candidato, che parte dal basso. Intanto, ad Agrigento, si costituisce il gruppo politico “Ama la tua città”. Il segretario politico cittadino, Michele Nantele, ha annunciato che il movimento “Ama la tua città” sarà impegnata per il rinnovo dell’amministrazione. Il movimento darà vita all’impegno atto a raggiungere l’obiettivo di partecipare alle prossime elezioni con la propria lista di candidati e programma. “Poiché incalza sempre più il tempo delle elezioni, ad Agrigento daremo inizio ai lavori sin da subito. E’ previsto per la fine del mese un appuntamento ufficiale che aprirà la campagna politica del movimento “Ama la tua città” – che quasi certamente dopo il successo avuto nell’occasione dell’inaugurazione, potrebbe ripetersi presso Hotel Dioscuri di San Leone – si legge in una nota. Agli operatori politici – aggiunge Nantele – l’invito ad un sana apertura al movimento “Ama la tua città” rendendomi disponibile assieme al segretario e fondatore, Rosario Bellanti, che ringrazio per la fiducia accordata”.

    Be Sociable, Share!
  • Realmonte, Mentre il vigile è assente il camperista si accomoda alla Scala dei Turchi

    accampamento scala dei turchiREALMONTE, ore 12:34 – Con l’interruzione del servizio di vigilanza nei pressi della scala dei Turchi di Realmonte, riprendono gli episodi di “teppismo ambientale” da parte dei turisti e visitatori. Un vero e proprio accampamento, costituito da un camper e diversi furgoni sono stati notati e fotografati ai piedi della maestosa parete di marna. A realizzare il reportage ed a denunciare quanto accaduto è stata l’associazione “MareAmico” di Agrigento. “Quello che si è visto alla scala dei Turchi – si legge in una post sulla pagina facebook di MareAmico – ha dell’incredibile. Approfittando dell’assenza di vigilantes, qualche turista indisciplinato ha pensato di poter sostare tranquillamente ai piedi del costone di marna. Ma noi ce ne siamo accorti, abbiamo documentato e denunciamo la mancanza di attenzione verso uno dei luoghi più belli del mondo, che nel caso in cui il Comune riuscisse a sciogliere i “nodi” con il proprietario, potrebbe entrare in un nuovo progetto appositamente ideato dall’Amministrazione e Legambiente per la sua tutela”.

    LA REPLICA DELLA CAPITANERIA DI PORTO

    Con riferimento alle notizie pubblicate in merito all’evento in questione, spiace rilevare come purtroppo da alcuni mezzi d’informazione sianostate diffuse al pubblicoinformazioniincomplete.

    L’attività in oggetto risulta debitamente autorizzata dalla Regione Siciliana – Assessorato regionale territorio e ambiente – Dipartimento ambiente – Servizio 5 demanio marittimo – Unità Organizzativa S5.8 “Ufficio demanio marittimo di P. Empedocle e Gela”, con sede ad Aragona, competente in tema di rilascio di concessioni ed autorizzazioni per l’occupazione e l’utilizzo di aree del demanio marittimo.

    Corre l’obbligo osservare come la pubblicazione di pretestuosi “allarmi” sulla presunta assenza di controlli delle autorità preposte, peraltro inoltrati ai mezzi d’informazione (come in questo caso) da fonti già note per la scarsa attendibilità, può ingenerare nella pubblica opinione l’errata convinzione dell’inerzia o della mancata vigilanza delle competenti Amministrazioni. Anche laddove è stata riportata notizia dell’avvenuto rilascio dell’autorizzazione da parte di un non meglio precisato “ufficio del demanio marittimo”, la mancata indicazione dell’Amministrazione competente non agevola nel lettore la migliore comprensione dei fatti.

    Confidando nella preziosa collaborazione dei rappresentanti dei mezzi d’informazione si rammenta l’opportunità, prima di fornire al pubbliconotizie provenienti da fonti non ufficiali,di contattare questa Autorità Marittima, disponibile come di consueto a fornire, nel rispetto delle vigenti norme e delle rispettive attribuzioni,eventuali notizie di pubblico interesse.

    Be Sociable, Share!


 

CRONACA          POLITICA          SPORT         CULTURA          SPETTACOLO          RUBRICHE           EDITORIALI           PUBBLICITA'         CONTATTI


Testata iscritta al n° 209 del Registro Stampa del Tribunale di Agrigento in data 18/01/2010  Sicilia Edizioni P.IVA 02455940847
Tutti i contenuti di agrigentocronaca.net  sono di proprietà della Sicilia Edizioni. È vietata la riproduzione anche parziale.

http://www.wikio.it