Restano in carcere Lillo Di Caro ed i sodali arrestati nel blitz antimafia “Vultur”

CANICATTI’ – Restano in carcere i 5 coinvolti nell’operazione antimafia, condotta dalla Mobile di Agrigento e coordinata dalla Dda di Palermo, eseguita nei giorni scorsi nell’agrigentino e denominata “Vultur”. Il tribunale del Riesame di Palermo non ha accolto il ricorso presentato dagli avvocati difensori dei 5 soggetti arrestati nell’operazione. I cinque arrestati sono: Calogero “Lillo” Di Caro, autorevole esponente dei clan mafiosi di Canicattì, Rosario Meli, 68 anni, di Camastra, considerato il capoclan del paesino agrigentino; Vincenzo Meli, di anni 46, figlio di Rosario; Calogero Piombo, 65 anni di Camastra e Angelo Prato, 38 anni (ai domiciliari) di Camastra. I giudici hanno ritenuti sufficienti e validi gli elementi prodotti dai quali emergerebbe la sussistenza delle prove ravvisate dagli inquirenti, e le stesse consentono di ritenere corrette le esigenze cautelari

Be Sociable, Share!

I Commenti sono chiusi

I NOSTRI GIORNALI:


 

CRONACA          POLITICA          SPORT         CULTURA          SPETTACOLO          RUBRICHE           EDITORIALI           PUBBLICITA'         CONTATTI


Testata iscritta al n° 209 del Registro Stampa del Tribunale di Agrigento in data 18/01/2010  Sicilia Edizioni P.IVA 02455940847
Tutti i contenuti di agrigentocronaca.net  sono di proprietà della Sicilia Edizioni. È vietata la riproduzione anche parziale.

http://www.wikio.it