Porto Empedocle, Nuovi sbarchi di clandestini

PORTO EMPEDOCLE – Proseguono gli sbarchi di migranti sulle coste Siciliane. Stamattina, la sala operativa dei Carabinieri di Agrigento tramite numero blu emergenze in mare 1530, ha comunicato il fermo, da parte di una loro pattuglia, di alcuni migranti in località Zingarello del Comune di Agrigento, i quali hanno dichiarato essere sbarcati lungo la costa agrigentina a bordo di un’imbarcazione. Al fine di accertare quanto segnalato, la guardia costiera di Porto Empedocle ha provveduto ad inviare in pattugliamento lungo la costa, la Motovedetta che ha intercettato un natante semicabinato di 5 metri circa, di colore bianco e motore fuoribordo, spiaggiato nel tratto di costa sopracitato. Considerata l’impossibilità al recupero del natante a causa del basso fondale, si è proceduto ad inviare in zona un’altra unità che raggiunta la riva ed accertato il presunto uso del natante quale mezzo per lo sbarco dei migranti posti in fermo, ha proceduto alla rimozione dello stesso al fine di salvaguardare la sicurezza della navigazione, l’incolumità pubblica nonché l’ambiente marino. Il natante è stato successivamente posto in sequestro e messo a disposizione della competente Autorità Giudiziaria per le indagini del caso. L’operazione ha portato al sequestro del natante grazie a 15 militari impegnati e due unità utilizzate. La Guardia Costiera di Porto Empedocle può essere contattata tramite il numero blu 1530 “emergenza in mare” (gratuito e valido su tutto il territorio nazionale, riservato esclusivamente alle segnalazioni di soccorso ed emergenza in mare).

Be Sociable, Share!

I Commenti sono chiusi

I NOSTRI GIORNALI:


 

CRONACA          POLITICA          SPORT         CULTURA          SPETTACOLO          RUBRICHE           EDITORIALI           PUBBLICITA'         CONTATTI


Testata iscritta al n° 209 del Registro Stampa del Tribunale di Agrigento in data 18/01/2010  Sicilia Edizioni P.IVA 02455940847
Tutti i contenuti di agrigentocronaca.net  sono di proprietà della Sicilia Edizioni. È vietata la riproduzione anche parziale.

http://www.wikio.it