Agrigento
Provincia, Gjo: premiata la migliore idea imprenditoriale green

gruppo vincitore gjoAGRIGENTO, ore 21:30 – Nuove idee imprenditoriali da finanziare. L’ex Provincia, premia le migliori proposte di lavoro elaborate dai partecipanti al progetto “Green Jobs Opportunities” (Gjo) promosso e cofinanziato dall’Unione Province Italiane nell’ambito del programma Azione ProvincEGiovani 2013, in partenariato con la Provincia di Lecce (ente capofila) e il Cts. I 14 laureati, riuniti in 6 gruppi di progettazione, hanno presentato al pubblico le rispettive idee imprenditoriali, diverse ma caratterizzate da originalità, innovazione e sostenibilità ambientale. Il primo premio (assegno del valore di 5.000 euro) è andato al gruppo di progettazione “Cartocamere” composto dagli architetti Andrea Moscato, Vincenzo Cardinale, Giuseppe Maglio e Daniele Occhipinti. Il progetto è basato sulla produzione e commercializzazione di una gamma flessibile di arredo per camerette per bambini, realizzata con cartone pressato riciclato, materiale ecocompatibile per eccellenza.  Il secondo premio (assegno del valore di 1.500 euro) è andato al progetto: “Evergreen srl” realizzato da Agostino Trupia e Daniele Fiorino, che consiste nella realizzazione di un sistema di produzione di energia elettrica mediante il processo di gassificazione del cosiddetto “cippato di legno”, proveniente però esclusivamente dal materiale vegetale di potatura o di scarto delle aziende agricole. Il terzo premio (800euro) è andato a “Cambio vite”, composto da Fulvio Baio, Damiana Cutaia e Krizia Cutaia, progetto di un’azienda agricola ecocompatibile dalla doppia finalità, ovvero la produzione di uva con impianti fuori terra (quindi senza consumo di suolo) e di un importante derivato di nicchia, ovvero il succo d’uva, e il recupero e reinserimento sociale di soggetti svantaggiati. Gli altri progetti, che hanno ottenuto il quarto posto ex equo, sono “Cea Artenatura” (Francesca Dainotto e Antonino Amata), Glass Sicily (Pierangelo Catania e Danila Maggio) e “Coibente più” (Alfonso Pullara). L’evento finale è stato introdotto da Benito Infurnari, Commissario Straordinario del Libero Consorzio, e ha visto anche gli interventi di Bernardo Barone, Direttore del Settore Ambiente, Luigi De Luca, Responsabile del progetto Gjo per la Provincia di Lecce, Giuseppe Parrinello, Direttore Generale della Banca di Credito Cooperativo Agrigentino, Florinda Saieva, Direttore Generale Farm Cultural Park Favara, e Antonio Rizzuto, Esperto in Start Up di Impresa. Il successo del progetto e soprattutto Un progetto ideato per stimolare la realizzazione di nuove idee imprenditoriali nell’ambito della green economy nelle province di Agrigento e Lecce, caratterizzate, come le regioni di cui fanno parte, da notevoli risorse ambientali e culturali ma, al tempo stesso, da preoccupanti tassi di disoccupazione giovanile.

Be Sociable, Share!
Le Palme Killer anche ad Agrigento: La Scala lancia l’allarme

palma malata quadrivio spinasanta agAGRIGENTO, ore 8:37 – Il punteruolo rosso può “colpire” anche ad Agrigento, e non si tratta solo di tutelare le palme, ma anche l’incolumità delle persone. Dopo quanto accaduto a Palermo e ieri a Catania, dove una donna è morta perchè su di lei si è abbattuta una palma colpita dal punteruolo rosso, mentre stava parlando con la figlia in una villetta pubblica del centro etneo, l’sos viene lanciato dal responsabile del meetup 5stelle “Valle dei Templi”, Marcello La Scala, che chiede l’immediata rimozione delle palme che potrebbero rappresentare un pericolo pubblico, come quella che si trova al quadrivio Spinasanta. “L’amministrazione – spiega La Scala – deve correre subito ai ripari, abbattendo tutte le palme colpite dal punteruolo rosso. Adesso inizia la stagione invernale e con il vento le palme rimaste senza chioma divorate e quindi svuotate dal punteruolo rosso diventano un pericolo pubblico per i cittadini. Non si può aspettare la tragedia come è accaduto a Catania, l’amministrazione non può giustificarsi dicendo ” non ci sono soldi per abbattere le palme secche” .

Be Sociable, Share!
Di Rosa (Candidato sindaco): “Sogno una Agrigento turistica” con un suo porto moderno

foto porto san leone visto da di rosagiuseppe di rosaAGRIGENTO, ore 8:35 – Parte da San Leone il “progetto” politico del candidato a sindaco, Giuseppe Di Rosa. L’attuale vice presidente del Consiglio comunale, che già da tempo ha annunciato la sua intenzione di candidarsi alla guida della città, ieri ha presentato, nel corso di una conferenza stampa, un progetto elaborato dagli architetti Gelo e Girgenti dello “Studio 2 G” appositamente incaricati da Di Rosa, per la sua campagna elettorale alla carica di sindaco. All’iniziativa, oltre al candidato sindaco, hanno partecipato le due professioniste alle quali è toccato il compito di illustrare il primo progetto dell’iniziativa denominata “La nostra Agrigento”. “Gli architetti – dice Di Rosa – realizzeranno alcuni progetti su come sarà Agrigento se io sarò eletto sindaco di questa città. La prima azione si occuperà della frazione balneare di San Leone che sarà interessata da 3 progetti diversi. Innanzitutto vogliamo dare alla città un vero Porto turistico. Che attualmente non c’è. Puntando al turismo nautico”. L’idea che Di Rosa ha trasmesso ai progettisti è quella di sistemare l’attuale porticciolo turistico ma non a casaccio, bensì iniziare ad incastonarlo in una azione più ampia e successiva, che sarà quella di realizzare il porto turistico di San Leone. “Agrigento – ha spiegato Di Rosa in conferenza stampa – deve avere un porto come di addice ad una città a vocazione turistica. Ed attualmente non c’è nulla di tutto ciò. Partiamo col valorizzare l’esistente e poi svilupperemo un progetto che ha l’obiettivo di allargare lo spazio destinato agli attracchi, che c’è, fino agli scogli”. Ma con quali fondi? Alla domanda, il candidato sindaco indipendente risponde: “Con i fondi europei, che sono stati stanziati per queste azioni, con la partnership privata, che è ammessa dalla legge. Insomma, basta individuare i fondi dell’Europa ed aggiungerci quelli dei privati disposti ad investire ed Agrigento avrà il suo porto turistico. “Naturalmente se sarò eletto sindaco – ci tiene a precisare il candidato”. L’altra idea è quella di creare un consorzio con i gestori dei pontili, per la gestione e la valorizzazione, in modo da incrementare il turismo di filiera. “Questo è il primo step – conclude Di Rosa – e voglio spiegare che se le idee ci sono i fondi si trovano. Basta mettere in moto la macchina e tutto arriva strada facendo”.

Be Sociable, Share!
Forza Italia: Al via la stagione dei congressi. Un Portabandiera in ogni Comune

logo forza italiaAGRIGENTO, ore 7:22 – Forza Italia si organizza. Direttamente da Silvio Berlusconi “arriva” il cronoprogramma del partito, pronto ad essere seguito alla “lettera” dagli esponenti agrigentini. “I congressi comunali – sono le indicazioni date dall’alto – potranno prendere il via dal 15 dicembre per ricostruire e rinnovare Forza Italia. Come stabilito nell’ultimo Ufficio di presidenza, diamo il via ufficiale alla stagione congressuale 2014/2015, che riguarda tutti i Comuni e le Province. I coordinatori provinciali dovranno, entro la fine di questo mese, individuare in ogni Comune della loro Provincia (anche tra i 5.300 Comuni inferiori a 5.000 abitanti) un “Portabandiera” di Forza Italia che sia responsabile delle operazioni di tesseramento, e che sia disponibile a svolgere una precisa attività al riguardo. È una tappa fondamentale della riorganizzazione di Forza Italia sul territorio e del coinvolgimento attivo dei nostri sostenitori, che attraverso i congressi comunali potranno scegliere in modo democratico chi dovrà rappresentare e guidare Forza Italia in ogni Comune. Questi Congressi dovranno essere il luogo di un confronto libero e approfondito, al termine del quale tutti dovremo impegnarci a lavorare lealmente e serenamente con i dirigenti scelti dalla nostra base. Le adesioni si chiuderanno il 30 novembre prossimo e i Congressi comunali potranno prendere il via dal 15 dicembre successivo. Tutti i Congressi comunali e provinciali dovranno tenersi entro il mese di marzo 2015. Eventuali proroghe potranno essere valutate solo nelle realtà interessate a elezioni regionali o amministrative e in ogni caso dovranno essere discusse caso per caso”. Un programma che piace al vice segretario regionale del partito, il deputato agrigentino Riccardo Gallo. “Vogliamo costruire un partito – dice Gallo – forte, operoso, determinato, in campo, come prima e più di prima, per difendere i nostri diritti e la nostra libertà. E’ chiaro che per fare questo dobbiamo essere uniti e ritrovare unità. Mi sta bene che sorgano diversi club in ogni città dell’agrigentino ma è anche giusto e doveroso spiegare a tutti che Forza Italia non è il partito di Gallo o di Ruvolo, è anche il partito di Iacolino e di tanti altri esponenti che hanno dato e continuano a dare un contributo importante. Forza Italia è della base, di chi ogni giorno si spende sul territorio per risolvere i problemi della gente. Ma è necessario coordinarci – conclude l’onorevole Gallo – e l’occasione dei congressi altro non è che il primo passo per creare una Forza Italia radicata sul territorio”.

Be Sociable, Share!
Al via la Terza categoria: con 12 squadre

santino lo prestiAGRIGENTO, ore 12:27 – Dodici squadre ai nastri di partenza del campionato provinciale di Terza categoria. Sono: Burgio, Calamonaci, la Polisportiva Campobello, Joppolo, Sambuca, Fabaria, Fontanelle, Grotte, La Tana di Realmonte, Muxar, San Biagio Platani e Verdenero Sciacca. Le matricole sono Polisportiva Campobello, Fabaria e Verdenero, mentre tornano a disputare la terza categoria, Muxar e Grotte. Ed in vista dell’inizio del torneo in programma domenica prossima, su iniziativa della Figc, Lega Sicula, oggi pomeriggio alle 17,30, presso gli studi televisivi dell’emittente “Agrigento Tv” si terrà la presentazione delle Società partecipanti. Saranno presenti il vice presidente del Comitato regionale Sicilia, Santino Lo Presti, il presidente provinciale, Stefano Valenti ed i componenti della delegazione. Ogni società parteciperà con il presidente, tecnico ed un giocatore (con maglia o tuta ufficiale della squadra).

Be Sociable, Share!
I NOSTRI GIORNALI:
  • Naro, Convegno sulla nutrizione organizzato dalla Fidapa

    gera destroNARO, ore 21:02 – La Fidapa, sezione di Naro “La Fulgentissima”, presieduta da Gera Destro, medico geriatra che si occupa di prevenzione e stili di vita da vent’anni, organizza una conferenza il 24 ottobre al castello Chiaramonte con inizio alle 17,30 sul tema “Alimentazione, salute e benessere”. Relatore il dottor Massimo Trovato, nutrizionista presso l’Università di Perugia.

    Be Sociable, Share!
  • Licata, Appello degli intellettuali al commissario: Compriamo la casa di Rosa

    luca torregrossa casa rosa balistreri via martinezLICATA, ore 19:08 -“Compriamo la casa dove visse Rosa Balistreri, in via Martinez, (nella foto il nipote – figlio di Rosa Balistreri, Luca Torregrossa proprio davanti all’abitazione) nel cuore del centro storico di Licata. E’ la proposta che alcuni intellettuali licatesi e personaggi del mondo del volontariato e della cultura, hanno fatto al commissario straordinario del Comune, Dario Cartabellotta, dopo aver saputo che l’ente ha deliberato la spesa di 1.500 euro per aderire alla raccolta di fondi che servirà a comprare la casa natale di Leonardo Sciascia a Racalmuto, che adesso i parenti dello scrittore hanno messo in vendita. Ecco il testo della lettera che è stata protocollata il 3 ottobre e chi per il momento ha sottoscritto la richiesta.

    Apprendiamo che il comune di Licata, con atto di indirizzo formalizzato mediante l’adozione della deliberazione di Giunta n° 146 del 19 settembre 2014 aderisce, mediante un sostegno finanziario a favore del Libero Consorzio di Agrigento, nella misura di 1500 euro finalizzato all’acquisto della casa di Leonardo Sciascia, che sorge a Racalmuto. Non siamo contrari a priori all’adesione a tale iniziativa anzi, al contrario, accogliamo favorevolmente l’niziativa intravedendo in essa un punto di partenza per quella tanto auspicata messa a sistema delle forze culturali della provincia che finalmente fanno fronte comune con lo scopo di ottenere un risultato altrimenti irraggiungibile. Sulla scia di quanto fatto per la casa di Sciascia, siamo a chiedere alla S.V. Illustrissima che si faccia promotrice presso i comuni coinvolti nell’acquisto della casa dello scrittore Racalmutese di una medesima iniziativa atta a raccogliere i fondi necessari per proporre all’attuale proprietario l’acquisto della casa della cantante folk Rosa Balistreri, sita a Licata in Via Martinez, al fine di renderla fruibile al pubblico e poter realizzare al suo interno il tanto desiderato museo dedicato alla nostra Rosa. Ci aiuti a riappropriarci, come cittadini licatesi, della casa di Rosa, così di Turismo Culturale a memoria di grandi personaggi ne facciamo pure un pò qui da noi, invece di dirottarlo sempre altrove… Alcuni firmatari della presente rappresentano artisti ed esponenti della Cultura Licatese molto apprezzati anche a livello regionale (e non solo), artisti che La aiuterebbero con piacere a stilare un progetto, ad animare il panorama culturale della città che Lei sta amministrando… a mantenerla viva. Ha l’occasione di lasciare un segno di valore del suo passaggio a Licata oltre che aderendo alla richiesta principale della presente anche, per esempio, mettendoci a disposizione quello che nacque come “Centro Culturale Sala Rosa Balistreri (Chiostro S.Angelo) o altro sito emblematico simile: abbiamo idee e capacità per realizzare un interessante punto di riferimento della Cultura, che sia anche attrattiva turistica e che ricordi Rosa Balistreri e altri personaggi di spicco legati a questo territorio.

      

     

         Mel Vizzi                    Cristina Marchione                        Salvo D’Addeo

    Il Cuntastorie Licatese             Ass. Artistica 33           Ass. Turistica Progresso

     ALTRI FIRMATARI RAPPR. MONDO CULTURA, ARTE, SPETTACOLO

    Nicola La Perna, Aldo Profeta, Josè Augusto, Milena Bonvissuto, Valentina Impellizeri, Massimo Licata D’Andrea, Ezio Noto, Marco Milone, Roberta Izzo, Renè Miri, Annalisa Saito, Gabriella Marchione, Rita Alescio, Daniele Ciancio, Marianna Bianchi, Rosario Callea,Teresa Di Salvo, Arianna Marchione,Valeria Cimò, Valentina Gaglione, Giovanni Cicatello, Gianfranco Mangione, Lillo Vaccaro, Stefano La Porta, Anna Catania, Marco Angelo Zimmile, Felice Rindone, Rino Di Franco, Angelo Damanti,Fabio Cappadonna, Sergio Buttigè, Giuseppe Di Legami.

    Testo e foto di proprietà della Sicilia Edizioni. Ogni diritto è riservato. Copiare e incollare è un reato punito per legge.

     

     

    Be Sociable, Share!
  • Licata, Concorso Cake Designer: vince Emanuela Calì. Una licatese al terzo posto

    emanuela calìLICATA, ore 18:39 – Con 377 punti la torta di Emanuela Calì, cake designer di Caltagirone, si è aggiudicata la prima edizione del concorso di Cake Design sul tema “Wedding cake” organizzato dallo chef Salvatore Pizzo al centro commerciale San Giorgio di Licata. La giuria, composta da: Salvatore Pizzo, Giovanni Mangione, Lillo De Fraia, Peppe Leotta, Tommaso Molara, Alfonso Barone, Lorenzo Gallina ed Alessandro Russo ha quindi riconosciuto le particolarità della torta presentata da Emanuela Calì ed ha assegnato il punteggio più alto alla sua creazione. Secondo posto per Fabiana Navanzino, pure lei di Caltagirone.

    torte di katiaSul podio anche Maria Rubino (Le Torte di Katia) che si è piazzata al terzo posto. Questa la classifica generale:

    CLASSIFICA     TORTA NOMINATIVO TOTALE
    1° CLASSIFICATO 14 CALI’ EMANUELA
    1. 377
    2° CLASSIFICATO 13 NAVANZINO FABIANA
    1. 364
    3° CLASSIFICATO 9 RUBINO MARIA
    1. 355
    4°             “ 19 RAPISARDA GIOGANNI
    1. 346
    5°             “ 20 RAPISARDA GIOVANNI
    1. 341
    6°             “ 18 LEONARDI DAVIDE GIUSEPPE
    1. 333
    7°             “ 16 DAVIDE MIRACOLINI
    1. 329
    8°             “ 4 ROBERTA PETIX
    1. 315
    9°             “ 7 ANTONELLA MONTALBANO
    1. 313
    10°           “ 11 ROSALBA CORAGGIOSO
    1. 306
    11°           “ 6 MARIA TABI’
    1. 304
    12°           “ 8 LETIZIA AZZOLINA
    1. 302
    13°           “ 21 GIUSEPPE MAGRI’
    1. 297
    14°           “ 12 MARIA PIAZZA
    1. 294
    15°           “ 3 GIANLUCA CAVALLO
    1. 285
    15°           “ 15 ROBERTA VELLA
    1. 285
    16°           “ 10 CLARA VINCIGUERRA
    1. 262
    17°           “ 5 CUSUMANO CHIARA – ANNA PROFUMO
    1. 242
    18°           “ 17 JENNIFER BONVISSUTO
    1. 193
    19°           “ 2 LOREDANA ARCOLINO
    1. 188
    20°           “ 1 BIANCA INCORVAIA
    1. 180

     

    Testo e foto di proprietà della Sicilia Edizioni. Ogni diritto è risevato. Copiare e incollare è un reato punito per legge.

    Be Sociable, Share!
  • Ecco la capacità ricettiva degli alberghi agrigentini

    in bici alla valle dei templiAGRIGENTO, ore 17:35 – La provincia di Agrigento ha una capacità ricettiva di 18.628 posti letti. Sono 33 in più rispetto all’ultima rilevazione, ed è stato possibile raggiungere questo numero grazie alle nuove classificazioni di strutture operate dal settore “Promozione turistica ed attività economiche e produttive”, nel mese di settembre. Riguardano tre strutture nella tipologia dei B&B e una negli “affittacamere”. Queste le nuove strutture ricettive: “Al Duomo” di Agrigento che si trova in via Garufo nella tipologia di b&b, classificazione tre stelle, composta da una unità abitativa con cinque posti letto e due camere; della struttura ricettiva “Città dei Templi, ad Agrigento in via Lunga Ravanusella, nella tipologia di b&b, classificazione tre stelle, con quattro camere e dieci posti letto; della struttura ricettiva “Giardini di Persofone” di Agrigento in via Curreri, nella tipologia di b&b, classificazione tre stelle, con quattro camere e undici posti letto; la struttura ricettiva denominata “La Dimora di Girgenti” sita ad Agrigento in via in via Vela, nella tipologia affittacamere classificazione tre stelle con quattordici posti letto e sei camere. Cessata, invece, l’attività ad Agrigento del b&b “Antica Via” che disponeva di sette posti letto.

    Be Sociable, Share!
  • Giovanni Mangione miglior pasticciere. Domani a Licata il concorso di Cake Design

    giovanni mangione e anna virgilioAGRIGENTO, ore 18:19 – Netta affermazione del pasticcere agrigentino Giovanni Mangione, alla seconda edizione del concorso “Csc international” che si è svolta a Catania. Assieme alla cake design Anna Virgilio, il maestro Mangione si è classificato al primo posto assoluto, portando a casa il miglior premio “Pasticceria internazionale”. Le sue opere sono state valutate da una giuria esperta di “Ristoworld”, tra cui due membri della confederazione “Conpait Sicilia”. I partecipanti provenivano da tutta la Sicilia. Intanto domani, Mangione farà parte della giuria che si occuperà del concorso di Cake Design sul tema “Wedding cake” organizzato dallo chef Salvatore Pizzo, in programma al centro commerciale San Giorgio di Licata. Oltre a Mangione in giuria ci saranno: Salvatore Pizzo, Lillo De Fraia, Peppe Leotta, Tommaso Molara, Alfonso Barone, Lorenzo Gallina ed Alessandro Russo.

    Be Sociable, Share!
  • Campobello, Corsi di russo e francese promossi dall’Archeoclub

    emilia-bella-archeoclub-campobelloCAMPOBELLO, ore 17:17 –  Imparare il russo e il francese, attraverso attività ludiche e ricreative. L’iniziativa è organizzata dall’Archeoclub di Campobello di Licata di cui è presidente Emilia Bella. Dal 6 al 30 ottobre, infatti, grazie alla presenza in città dei volontari Antony ed Elise che provengono alla Francia, Maria dalla Russia e Georgi dalla Bulgaria, che partecipano al servizio di Volontariato Europeo, sarà possibile prendere parte a dei corsi di lingua riservati ai bambini dagli otto agli undici anni. Le lezioni si terranno presso il Centro Polivalente del Comune in via Trieste dove ha sede l’Archeoclub. I corsi si terranno il lunedì ed il giovedì dalle 16.30 alle 18. Per ulteriori informazioni e iscrizioni rivolgersi all’Archeoclub di Campobello di Licata o telefonare al numero 0922883508 email info@kalat.org.

    Be Sociable, Share!
  • Provincia, Gjo: premiata la migliore idea imprenditoriale green

    gruppo vincitore gjoAGRIGENTO, ore 21:30 – Nuove idee imprenditoriali da finanziare. L’ex Provincia, premia le migliori proposte di lavoro elaborate dai partecipanti al progetto “Green Jobs Opportunities” (Gjo) promosso e cofinanziato dall’Unione Province Italiane nell’ambito del programma Azione ProvincEGiovani 2013, in partenariato con la Provincia di Lecce (ente capofila) e il Cts. I 14 laureati, riuniti in 6 gruppi di progettazione, hanno presentato al pubblico le rispettive idee imprenditoriali, diverse ma caratterizzate da originalità, innovazione e sostenibilità ambientale. Il primo premio (assegno del valore di 5.000 euro) è andato al gruppo di progettazione “Cartocamere” composto dagli architetti Andrea Moscato, Vincenzo Cardinale, Giuseppe Maglio e Daniele Occhipinti. Il progetto è basato sulla produzione e commercializzazione di una gamma flessibile di arredo per camerette per bambini, realizzata con cartone pressato riciclato, materiale ecocompatibile per eccellenza.  Il secondo premio (assegno del valore di 1.500 euro) è andato al progetto: “Evergreen srl” realizzato da Agostino Trupia e Daniele Fiorino, che consiste nella realizzazione di un sistema di produzione di energia elettrica mediante il processo di gassificazione del cosiddetto “cippato di legno”, proveniente però esclusivamente dal materiale vegetale di potatura o di scarto delle aziende agricole. Il terzo premio (800euro) è andato a “Cambio vite”, composto da Fulvio Baio, Damiana Cutaia e Krizia Cutaia, progetto di un’azienda agricola ecocompatibile dalla doppia finalità, ovvero la produzione di uva con impianti fuori terra (quindi senza consumo di suolo) e di un importante derivato di nicchia, ovvero il succo d’uva, e il recupero e reinserimento sociale di soggetti svantaggiati. Gli altri progetti, che hanno ottenuto il quarto posto ex equo, sono “Cea Artenatura” (Francesca Dainotto e Antonino Amata), Glass Sicily (Pierangelo Catania e Danila Maggio) e “Coibente più” (Alfonso Pullara). L’evento finale è stato introdotto da Benito Infurnari, Commissario Straordinario del Libero Consorzio, e ha visto anche gli interventi di Bernardo Barone, Direttore del Settore Ambiente, Luigi De Luca, Responsabile del progetto Gjo per la Provincia di Lecce, Giuseppe Parrinello, Direttore Generale della Banca di Credito Cooperativo Agrigentino, Florinda Saieva, Direttore Generale Farm Cultural Park Favara, e Antonio Rizzuto, Esperto in Start Up di Impresa. Il successo del progetto e soprattutto Un progetto ideato per stimolare la realizzazione di nuove idee imprenditoriali nell’ambito della green economy nelle province di Agrigento e Lecce, caratterizzate, come le regioni di cui fanno parte, da notevoli risorse ambientali e culturali ma, al tempo stesso, da preoccupanti tassi di disoccupazione giovanile.

    Be Sociable, Share!
  • Canicattì, Un reparto di oncologia con sei posti al Barone Lombardo

    ospedaleCANICATTI’, ore 20:55 – “L’istituzione di una unità semplice di oncologia presso il presidio ospedaliero di Canicatti con 6 posti letto, costituisce utile risposta sanitaria ,per patologie tumorali”. Lo sostiene il deputato regionale dell’Udc, Lillo Firetto. “Si copre – aggiunge Firetto –  fra l’altro, il versante centro orientale della nostra Provincia. Il passaggio da servizio ad unità’ semplice rappresenta poi un riconoscimento dovuto alle professionalità’ , medici ed infermieri per il qualificato impegno mostrato”.

    Be Sociable, Share!
  • Le Palme Killer anche ad Agrigento: La Scala lancia l’allarme

    palma malata quadrivio spinasanta agAGRIGENTO, ore 8:37 – Il punteruolo rosso può “colpire” anche ad Agrigento, e non si tratta solo di tutelare le palme, ma anche l’incolumità delle persone. Dopo quanto accaduto a Palermo e ieri a Catania, dove una donna è morta perchè su di lei si è abbattuta una palma colpita dal punteruolo rosso, mentre stava parlando con la figlia in una villetta pubblica del centro etneo, l’sos viene lanciato dal responsabile del meetup 5stelle “Valle dei Templi”, Marcello La Scala, che chiede l’immediata rimozione delle palme che potrebbero rappresentare un pericolo pubblico, come quella che si trova al quadrivio Spinasanta. “L’amministrazione – spiega La Scala – deve correre subito ai ripari, abbattendo tutte le palme colpite dal punteruolo rosso. Adesso inizia la stagione invernale e con il vento le palme rimaste senza chioma divorate e quindi svuotate dal punteruolo rosso diventano un pericolo pubblico per i cittadini. Non si può aspettare la tragedia come è accaduto a Catania, l’amministrazione non può giustificarsi dicendo ” non ci sono soldi per abbattere le palme secche” .

    Be Sociable, Share!


 

CRONACA          POLITICA          SPORT         CULTURA          SPETTACOLO          RUBRICHE           EDITORIALI           PUBBLICITA'         CONTATTI


Testata iscritta al n° 209 del Registro Stampa del Tribunale di Agrigento in data 18/01/2010  Sicilia Edizioni P.IVA 02455940847
Tutti i contenuti di agrigentocronaca.net  sono di proprietà della Sicilia Edizioni. È vietata la riproduzione anche parziale.

http://www.wikio.it