“Fuoririga Speciale Mafia”, arriva in edicola il nuovo numero

La straordinaria cattura del boss Gerlandino Messina: Esclusivo reportage sulla storia dell’ex superlatitante empedoclino e tutti i retroscena che hanno portato al suo arresto.

Cosa Nostra provinciale ha un nuovo capo: Matteo Messina Denaro impone un boss della provincia.

Falsone fa il duro: In carcere il campobellese è tornato ad avere il piglio da capo clan.

Nuova geografia mafiosa. Più forti Sciacca, Villafranca, Sambuca di Sicilia, Lucca Sicula, Burgio, Menfi i centri del Belice ed i paesi della zona Montana. In difficoltà Agrigento, Ravanusa, Favara, Campobello, Palma, Canicattì e le famiglie dei paesi centro orientali.

Messaggi svelati: Per la prima volta tutti i pizzini scambiati fra Falsone, Provenzano, Capizzi e Matteo Messina Denaro.

Il Racalmutese Di Gati. C’è chi ruba i soldi di Cosa Nostra. Una storia che si ripete e che mette i padrini uno contro l’altro.

Equilibri precari. In molti paesi si rischia una nuova guerra fra cosche. In primo piano le vicende di Porto Empedocle e Favara dove all’interno dei clan c’è una vera e propria rivoluzione e si rischia lo scontro armato.

A Ribera non si entra. Matteo Messina Denaro studia come fare desistere i Capizzi senza ricorrere all’uso delle armi. Ma i riberesi non mollano.

Carcere duro. Palma, Agrigento e Canicattì hanno molti boss al 41 bis.

Queste e tante altre storie su “Fuoririga Speciale mafia” in vendita in tutte le edicole della provincia.

Be Sociable, Share!

I Commenti sono chiusi

I NOSTRI GIORNALI:


 

CRONACA          POLITICA          SPORT         CULTURA          SPETTACOLO          RUBRICHE           EDITORIALI           PUBBLICITA'         CONTATTI


Testata iscritta al n° 209 del Registro Stampa del Tribunale di Agrigento in data 18/01/2010  Sicilia Edizioni P.IVA 02455940847
Tutti i contenuti di agrigentocronaca.net  sono di proprietà della Sicilia Edizioni. È vietata la riproduzione anche parziale.

http://www.wikio.it